Crypto trading: come funziona e le migliori strategie

In questo articolo parleremo del crypto trading e delle migliori strategie legate a questo tipo di investimento.

Crypto trading è un termine che sta diventando sempre più comune e che si riferisce al trading delle criptovalute. Questo argomento sta ormai appassionando sempre più persone in tutto il mondo, anche per via della situazione finanziaria poco stabile che porta molte persone alla ricerca di fonti di reddito diverse da quelle comuni.

Naturalmente, come ogni pratica finanziaria, anche in questo caso occorre informarsi e formarsi in quanto si tratta di un mondo pieno di ostacoli in cui è facile imbattersi in truffe e rischi di perdita del capitale investito.

L’obiettivo di questo articolo è dare un quadro quanto più completo di questo mondo, aiutando chi vuole investire a non commettere errori dettati dall’entusiasmo.

Cos’è il crypto trading

Il crypto trading non è altro che il trading in rete applicato alle monete virtuali o criptovalute. Fare trading online significa poter operare sui mercati finanziari da qualsiasi parte del mondo si voglia, anche seduti comodamente a casa dal proprio PC. Basterà, infatti, collegarsi alla piattaforma online desiderata e sfruttare i vari servizi offerti.

Per iniziare, bisogna versare una quota minima di deposito e inviare i documenti personali, così da poter procedere con la conferma dell’identità. Successivamente, si potrà cominciare con lo studio dei mercati, prima di avviare il trading vero e proprio.

Naturalmente, quanto descritto è soltanto una sintesi molto rapida di ciò che si cela dietro questo mondo. Bisogna, quindi, informarsi prima di iniziare, effettuare studi approfonditi sui mercati e capire se si hanno le risorse finanziare e le competenze per investire. In seguito, si potrà scegliere il broker che più si addice alle proprie esigenze, optando per quelli che possiedono una regolare licenza.

Nel crypto trading, occorre capire e prevedere i cambiamenti di prezzo delle criptovalute, senza dimenticare che le monete virtuali sono un asset caratterizzato da un’elevata volatilità e con è semplice saper investire in questo settore.

Il 79% degli investitori retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. 

Cosa si intende per strategia di trading

Quando si investe in criptovalute occorre studiare una strategia solida e vincente. Ma cosa si intende per strategia di trading? In poche parole, potremmo definirla come un piano estensivo per ogni attività di trading o ancora un framework che ogni investitore crea per orientarsi in tutto quello che concerne il trading.

Realizzare una buona strategia di trading consente anche di limitare i rischi finanziari, eliminando quelle che possiamo definire come decisioni poco significative. Avere una strategia è un ottimo punto di partenza, ma non è obbligatorio. Sicuramente, può essere un’ottima ancora di salvataggio. Infatti, se dovesse accadere qualche imprevisto nel mercato (e sempre accade), una strategia aiuterà a decidere come agire, non lasciandosi guidare dalla emozioni del momento.

In poche parole, possedere e mettere in campo un piano di trading ben definito prepara l’investitore a diversi scenari inaspettati. Di conseguenza, evita che vengano prese delle decisioni errate dettate da impulso e fretta, che spesso portano a perdere gran parte del capitale investito.

crypto trading

I motivi di scegliere l’investimento in criptovalute

Negli mondo degli investimenti online, le criptovalute si attestano da tempo come formula più redditizia.

Questo successo non è sfuggito agli occhi di curiosi, investitori esperti, banche e mass media, che non sono rimasti indifferenti all’onda di clamore scaturito dalla diffusione delle critpovalute, una su tutte il Bitcoin.

Però, maggiori sono i guadagni generati attraverso questo tipo di trading, più alti sono i rischi dell’investimento, tenendo conto anche che le monete virtuali, al momento, non hanno dietro una regolamentazioni da parte di banche o governi.

Come ci si deve muovere in questo mercato molto volatile dove, quotidianamente, si verificano cambiamenti evidenti sia in positivo che in negativo? Sicuramente, occorre valutare in partenza i punti di forza e i punti di debolezza. Successivamente, come già accennato, bisogna mettere in campo una strategia ben studiata che ricalchi alla perfezione il nostro modo specifico di investire. Ad esempio, è importante valutare se si è un trader veloce che vuole muoversi nel breve termine, oppure un cassettista che intende accumulare moneta virtuale sperando di ottenere grandi profitti nel lungo periodo.

Qualunque sia il punto di partenza, è fondamentale affrontare l’iter di investimento con autocontrollo, consapevolezza delle proprie conoscenze e capacità, del tempo a disposizione da dedicare a questa pratica e, soprattutto, al capitale che possiamo investire nel trading di criptovalute. Importante è sempre investire il budget che è possibile permettersi, senza fare il cosiddetto passo più lungo della gamba.

Vediamo, quindi, alcune strategie di investimento in trading di criptovalute che potrebbero tornare utili.

Le strategie di crypto trading a medio e lungo periodo

Tra le strategia di crypto trading a medio e lungo termine citiamo quella delle top 10 criptovalute. Si tratta di un particolare sistema che tiene conto di un presupposto ben preciso: nella classifica delle prime dieci criptovalute per capitalizzazione c’è sempre un punto fermo che consiste nei Bitcoin, l’Ethereum, i Ripple, Dash, Bitcoin Cash e Litecoin. Nelle rimanenti posizioni, invece, ci sono crypto variabili e vengono scambiate da monete come Cardano, Iota, Ethereum Classic e così via dicendo.

Iniziando, a titolo esemplificativo, da un investimento di mille dollari, occorre acquistare cento dollari di ogni criptovaluta che si trova nelle prime dieci posizioni, controllando ogni mese e uscendo quando vengono ottenuti gli obiettivi prestabiliti.

Seconda strategia di questo blocco è la PAC, ovvero dei Piani di Accumulo. Inizialmente, era una strategia che le banche adottavano per i fondi di investimento. Successivamente, si è intuito come fosse replicabile anche nell’ambito delle monete virtuali. Questa strategia si basa su presupposti ben precisi: accumulo progressivo di capitale e diminuzione dei rischi grazie a quello che nel settore viene chiamato “dollar cost averaging”.

Quando questa strategia viene applicata al settore delle criptovalute, bisogna comprare, ad esempio, tre differenti token, di cui un paio già conosciuti e affermati (come Bitcoin ed Ethereum) e un token tra quelli emergenti. Successivamente, si dovrà decidere quanto capitale investire, il tipo di frequenza di investimento e occorre ricordare di controllare con frequenza il portafoglio così da osservare l’andamento del proprio investimento.

Infine, c’è la strategia di crypto trading per valore. Quest’ultima è molto simile a quella appena descritta, ovvero la strategia PAC. La differenza più evidente è la scelta dei token su cui puntare. Le monete virtuali, nel caso del trading per valore, vanno selezionate secondo il loro valore potenziale futuro. Tale dato viene influenzato dai seguenti valori: un progetto forte e consolidato; prezzi ancora non elevati; il numero di utenti che compongono la community; la presenza di nuove tecnologie. Fare ricerca e analisi di tali fattore aiuterà l’investitore a scegliere le monete più adatte a questo tipo di strategia.

Quelle appena presentate sono le tre principali strategia inseribili nel contesto a medio e lungo termine. Vale la pena, però, accennare ad altre strategie di crypto trading, come quella delle criptovalute millesimali che si basa sull’analisi delle prestazioni di quelle monete che, dopo essere partite da un valore di pochissimi centesimi, hanno adesso avuto un grande aumento di valore, ottenendo quotazioni di centinaia di dollari.

Trovare questi token vuol dire trovare monete di grande valore. La competenza di un investitore si vede nella ricerca e nel riuscire a trovare queste monete tra le prime cento in classifica. L’ideale sarebbe trovarne almeno cinque e investire cento dollari su ognuna di essere, mantenendo l’investimento.

La strategia di crypto trading nel breve periodo

Abbiamo appena fatto un’analisi sulle strategie a medio e lungo periodo. Vediamo, in breve, quelle che sono, invece, le strategie di crypo trading migliori nel breve periodo.

Qui, l’obiettivo è la speculazione sulle oscillazioni che causano quotidianamente il prezzo di un asset, o di una criptovaluta nel caso del crypto trading.

Questo tipo di strategia necessita di molto tempo da dedicare e tante energie per poter seguire, con attenzione, il mercato. Si basa, sostanzialmente, sul concetto di comprare nel momento in cui il prezzo ha una flessione verso il basso e di vendere quando, al contrario, il prezzo cresce.

Il 79% degli investitori retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. 

Crypto Trading: su quali criptovalute investire?

Abbiamo visto le strategie e accennato, al loro interno, ad alcune delle criptovalute più note e redditizie. Ma su quali di essere conviene fare crypto trading? Sicuramente, non è semplice rispondere a questa domanda, dato che dalla loro nascita il mercato delle crypto si è notevolmente evoluto e modificato.

Tralasciando Bitcoin ed Ethereum che ormai si contendono da tempo il primo e secondo posto della top ten, le altre monete virtuali si sono affacciate su questo mercato con fortune alterne.

Si consiglia, quindi, di effettuare un’attenta analisi del mercato e valutare le prospettive di queste monete virtuali sia a breve che medio e lungo termine, così da capire se un trend è destinato a continuare.

Esempi di successo sono monete come Dogecoin, nata quasi per scherzo, che è tornata al successo grazie soprattutto alla figura di Elon Musk e i suoi tweet. Grande solidità garantiscono anche Ripple e Litecoin, che si attestano nei primi dieci posti da anni.

Dopo un periodo di poco successo, anche Cardano sta risalendo, così come viaggiano bene Tether e Binance Coin. Interessante anche il clamore che stanno suscitando criptovalute come Chainlink e Uniswap.

Naturalmente, tra qualche anno questi nomi potrebbero anche non essere più ricordati e saranno sostituiti da nuove criptovalute più interessanti e redditizie. Nonostante ciò, alcune di esse sono in ottima posizione già da qualche anno.

È fondamentale, quindi, non tener conto solamente del valore momentaneo. Tranne nei casi in cui l’intento è quello di voler speculare su una criptovaluta. Questo tipo di attività è consentita dai CFD, i contratti derivati, che consentono di poter effettuare investimenti sia “long” sia “short” nel breve periodo, potendo speculare su tutte e due gli andamenti di prezzo.

Chi intende investire, invece, con obiettivo più duraturo, deve intuire quale sia il progetto più solido dietro le diverse criptovalute presenti sul mercato. Informarsi e formarsi è, dunque, determinante, e un valido aiuto può arrivare da articoli e corsi attendibili che aiutano a saper riconoscere un buon progetto. Inoltre, è importante seguire la valutazione di una moneta in real time, oltre che la classifica del marketcap generale tramite siti specializzati.

come fare trading con crypto

Domande frequenti

Cosa significa Crypto Trading?

Sinonimo di trading di criptovalute significa cercare di prevedere quali saranno i movimenti di prezzo delle criptovalute per realizzare un profitto

Perché scegliere l’investimento in criptovalute?

Negli settore degli investimenti online, le criptovalute si attestano da tempo come formula più redditizia.

Cosa si intende per strategia di trading?

Un piano estensivo per ogni attività di trading o un framework che ogni investitore crea per orientarsi.