Fear and Greed Index: significato e come funziona

Lo strumento fear and greed index oggi è al centro dell’attenzione, in quanto permette di misurare l’umore degli investitori, ovvero di avere informazioni precise sui livelli di timore o di avidità. Come noto, i mercati finanziari sono governati da tutta una serie di variabili e le emozioni giocano sicuramente un ruolo determinante, in quanto influenzano direttamente le scelte, con tutte le conseguenze che ne derivano sul prezzo delle azioni, sulla volatilità, sui trend e sui volumi.

In buona sostanza, attraverso il fear and greed index, altrimenti conosciuto come indice di paura e di avidità, sarà possibile monitorare le variazioni dei prezzi di mercato. Bisogna infatti considerare che l’eccessiva paura determina il calo dei prezzi delle azioni, mentre l’avidità produce l’effetto opposto.

In cosa consiste il fear and greed index

Il fear and greed index non è altro che uno strumento di analisi tecnica accessibile a chiunque in grado di analizzare il sentimento giornaliero degli investitori. Più nello specifico, questo strumento si basa sull’uso di una scala da 0 a 100 che inizia dall’estrema paura all’avidità per arrivare alla massima paura, così da poter monitorare i cambiamenti che riguardano i prezzi di mercato.

Sviluppato da CNNMoney, il canale che adesso è denominato CNN Business e tratta di economia, fear and greed index mostra giornalmente, oltre che su base settimanale e mensile, il sentimento che muove l’intero mercato azionario. Conoscere ciò che provano gli investitori è molto importante, perché sono proprio la paura e l’avidità che portano rispettivamente al calo e all’aumento dei prezzi.

Esiste inoltre un crypto fear and greed index, ovvero un indice sviluppato appositamente per le criptovalute, accessibile sulla piattaforma Alternative.me che si rivela abbastanza intuitivo. Il sentimento è infatti altrettanto fondamentale nel campo delle criptovalute, anche perché tante applicazioni sono ancora speculative e gli investitori non hanno un punto di riferimento solido sul quale fare affidamento.

Ecco, quindi, che l’indice bitcoin fear and greed index raggruppa le informazioni sui sentimenti per aggregarli in un solo numero. Il tutto inoltre tiene conto anche delle tendenze dei motori di ricerca, nonché della volatilità del prezzo del BTC e del volume degli acquisti.

Il 79% degli investitori retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. 

Come funziona il fear and greed index

A differenza di quello che si potrebbe pensare, il funzionamento del fear and greed index è abbastanza semplice e alla portata di tutti, in quanto basta solo controllare la posizione di una freccia che indica il sentimento dominante sul mercato.

La freccia riesce infatti a misurare con una certa attendibilità l’impatto delle emozioni degli investitori sul mercato azionario. Allo stesso modo di ciò che avviene nella vita di tutti i giorni, anche per quanto riguarda gli investimenti, le emozioni sono determinanti perché indirizzano verso il compimento di determinati comportamenti. L’avidità e la paura sono inoltre molto contagiose e influenzano in modo diretto i trader.

Spesso la paura è la principale causa dei crolli azionari, mentre l’avidità riesce a generare improvvisi rialzi. Ecco spiegato perché conoscere il sentimento di chi investe può essere utile, specialmente al fine di mettere in atto strategie nel breve e lungo termine.

La scala del fear and greed index prevede i seguenti punteggi: da 0 a 25 paura massima, da 25 a 45 paura, da 45 a 55 sentimento neutro, da 55 a 75 avidità e da 75 a 100 estrema avidità.

Occorre in ogni caso tener presente che le indicazioni di questo strumento offrono indizi per capire come prendere scelte maggiormente ponderate. Quando infatti gli investitori si dimostrano molto avidi i prezzi delle azioni tendono ad aumentare e pertanto arriva il momento di vendere. Nel caso in cui il mercato dovesse registrare un forte timore, allora si potrà acquistare, visto che il prezzo delle azione subirà un calo.

Esistono numerose tecniche di investimento basate proprio sugli indici di paura e di avidità, ma la cui applicazione concreta non è affatto semplice come si possa credere. I sentimenti degli investitori non sono immutabili e anzi sono soggetti a repentini cambiamenti, per cui in maniera del tutto inaspettata potrebbe verificarsi un’inversione di tendenza e per questo è fondamentale agire cautamente.

fear and greed index

Come si usa il fear and greed index

Ancora oggi tanti investitori sottovalutano le grandi potenzialità del fear and greed index ma è bene sapere che questo strumento, quando utilizzato in modo corretto e ponderato, può davvero assicurare buoni risultati, per cui riuscirà a guidare verso scelte proficue.

L’indicatore, come già accennato, è fruibile gratuitamente, ma per poterlo sfruttare appieno occorre usare un broker online connesso con una piattaforma di trading seria e affidabile, quindi che consenta di agire tempestivamente, così da poter piazzare i propri ordini di Stop Loss e Take Profit.

Sicuramente il grande punto di forza del fear and greed index è quello di riuscire a fare previsioni, anche se non sempre la variazione di tendenza si concretizza. Per questo si consiglia di cercare conferme nell’analisi fondamentale, possibilmente facendo riferimento al CAGR del titolo seguito, alle indicazioni del Parabolic SAR oppure del TSF.

Altrettanto utile sarà sfruttare i migliori broker oggi presenti sul web con tutti servizi e gli strumenti finanziari collegati, così da mettere a punto una strategia efficace di trading fondata sulla paura e sull’avidità. Prima di cominciare è buona regola capire come si muovono i trader avanzati, ovvero studiare a fondo le basi di analisi tecnica per poi cercare conferme nei vari segnali di trading.

Molti investitori cercano inoltre di copiare dai trader più autorevoli ed esperti, i cui pareri si possono facilmente trovare accedendo sui social trading dedicati, cioé veri e propri network all’interno dei quali è possibile scambiare dati e informazioni, al fine di migliorare le performance.

Alcune piattaforme consentono inoltre di copiare esattamente ciò che fanno i trader navigati, nonché di selezionare con un semplice click l’investitore che si desidera seguire allo scopo di replicarne le scelte.

Anche la partecipazione a un corso intensivo di trading è una buona soluzione, non solo per gli investitori alle prime armi, ma anche per chi ha già acquisito spiccate competenze. La formazione continua, che si svolge attraverso lezioni, webinar, video e approfondimenti sull’analisi tecnici e sui principali indicatori, permette di allargare le conoscenze e di essere sempre al passo con i tempi.

A tal riguardo, ci sono numerosi corsi sui quali poter spaziare, alcuni dei quali completamente gratuiti, grazie ai quali poter utilizzare al meglio l’indice fear and greed, anche iniziando da un conto demo con il quale non si rischia di perdere i propri guadagni e consente pertanto di fare pratica in completa sicurezza.

Chi pensa di poter investire solo con i dati offerti da fear and greed non sempre riuscirà a raggiungere i risultati sperati, in quanto occorre considerare anche altri indicatori per avere maggiori conferme. Ecco, quindi, che non bisogna mai trascurare i segnali di trading, che si rivelano abbastanza precisi e si prestano per essere abbinati con i risultati sulla paura e sull’avidità.

fear and greed index

Calcolo del fear and greed index live

Il fear and greed index è in grado di misurare sette indicatori, il primo dei quali, denominato momentum, tiene conto della performance dell’indice S&P 500 per poi compararlo con la media mobile a 125 giorni. Quando i prezzi delle azioni sono sopra la media il mercato è rialzista, quindi gli investitori tendono all’avidità. Sotto la media, invece, l’andamento è ribassista e ciò genera timore.

Il secondo e il terzo indicatore esaminano rispettivamente la borsa di New York e riguardano la forza del prezzo delle azioni, nonché i volumi di scambio.

C’è poi l’indicatore che tiene conto delle opzioni put e call al fine di verificare i cambiamenti sui sentimenti degli investitori, in aggiunta a quello che considera la domanda dei titoli spazzatura, il quale misura lo spread comparando con le obbligazioni ritenute affidabili.

Altrettanto importante è l’indice di volatilità VIX, il quale offre una stima tenendo conto della media registrata dai titoli del Chicago Board Options Exchange. Più elevato è il valore e maggiore sarà la volatilità, con conseguente paura e ribasso. Al contrario, più basso e meno sarà la volatilità, quindi si registrerà una tendenza al rialzo vista l’avidità fra gli investitori.

Infine c’è il monitoraggio della domanda sicura che mette in evidenza la paura fra gli investitori che nella maggior parte dei casi porta a prediligere i Titoli di Stato e i Buoni del Tesoro. Questo indicatore, più in particolare, considera le prestazioni registrate negli ultimi 20 giorni.

I trader compiono ogni giorno scelte più o meno ragionate e sulla base di vari fattori, fra cui soprattutto l’avidità e la paura, emozioni che non sono soltanto particolarmente contagiose, ma possono spingere a vendere e comprare approfittando dei prezzi di mercato in corso.

Punto di forza del fear and greed index è quello di fare luce proprio su questi sentimenti, allo scopo di offrire indicazioni in ordine alla direzione che sta prendendo il mercato. Sul punto è importante ricordare che le strategie maggiormente accreditate suggeriscono di puntare al rialzo nelle situazioni di estrema paura e di tendere al ribasso quando si registra una forte avidità, così come contrassegnata nell’indice di CNNMoney.

Il fear and greed, basato su sette indicatori, necessita comunque di conferme, per cui si raccomanda sempre di compiere ulteriori analisi tecniche e di verificare ciò che fanno gli investitori più accreditati o di frequentare corsi di trading.

Il 79% degli investitori retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. 

Domande frequenti

Cos’è esattamente il fear and greed index?

Si tratta di uno strumento che permette di misurare il sentimento che muove le azioni degli investitori, grazie al quale capire quando domina la paura o l’avidità.

Come si utilizza il fear and greed index?

Lo strumento del fear and greed index si basa su una scala contrassegnata da numeri che vanno da 0 a 100, i quali indicano rispettivamente massima paura e avidità. Proprio agli estremi di questa scala ogni investitore dovrà tenersi pronto alla possibile inversione di tendenza.

Quanto è affidabile il fear and greed index?

Anche se alcuni trader sottovalutano il fear and greed index, bisogna tener presente che l’uso corretto di questo strumento potrà garantire buoni risultati, ma occorre comunque considerare altri indici per ottenere maggiori conferme.

Come viene conteggiato il fear and greed index?

Il calcolo avviene sulla base di sette distinti indicatori di analisi tecnica e il risultato è fornito in maniera completamente gratuita dal CNN.

DISCLAIMER

Questo articolo è a scopo promozionale e pubblicitario. I prodotti e servizi menzionati in questo articolo possono comportare dei rischi e non sono adatti a tutti gli investitori. Investire comporta rischi di perdite: prima di effettuare un investimento, rivolgiti ad un professionista del settore, consulta attentamente le informazioni ufficiali del broker e valuta attentamente la tua situazione finanziaria. Questo articolo non costituisce una raccomandazione di investimento o un’offerta per acquistare o vendere alcun prodotto o servizio.